Mostre in Cortile

Stefano Bressani - Sculture vestite - 28/29 Novembre 2009

La mostra di Stefano Bressani è stata un successo.
Migliaia di visitatori e grandi soddisfazioni.
Ringraziamo tutte le persone che hanno contribuito a rendere queste due giornate un evento speciale e ringraziamo l'artista, Stefano Bressani, per aver portato luci e colori nel nostro cortile e nella nostra bottega.

L’opera di Stefano Bressani rappresenta il frutto di una originale contaminazione tra la pop art e il filtro di una ricerca personale sulla tecnica del collage.
I temi che egli affronta nei suoi lavori sono parte di un universo culturale come quello degli eroi del cinema e della televisione incarnato per mezzo dello studio grafico e del trasferimento dell’immagine fotografica in un sistema che scompone le icone in parti, zone e superfici.
Mina - Stefano Bressani La tecnica del collage, sapientemente migliorata grazie ad uno sperimentalismo che tende al raggiungimento della perfezione formale, si è sviluppata negli ultimi anni, fino a conseguire uno stile personalissimo e distintivo.
Il tratto peculiare che caratterizza questo linguaggio si può individuare nel tentativo di dare una tessitura alle immagini rappresentate attraverso un atto metamorfico e creativo che le imprigiona in una superficie tessile e in un supporto plastico.
La tecnica consiste nella copia dell’immagine attraverso la stampa su cartoni, successivamente ritoccata, disegnata e poi trasferita su supporti di polistirolo che vengono incisi lungo le linee costitutive del disegno fino a formare vere e proprie placche cromatiche, che nel risultato finale sono gli elementi della figura stessa.
L’arte della scomposizione in zone cromatiche rappresenta un esercizio di proiezione ottica di grande precisione, debitore del design, che permette all’artista di creare una griglia entro la quale campire i colori più adatti, secondo scale cromatiche e sfumature. Ma la scelta dei colori non si ferma ad una semplice campitura. La trama delle stoffe, scelte sapientemente come tessere di mosaico, è utilizzata secondo il verso e la lucentezza del materiale in modo da sintetizzare una nuova figura, traslata manualmente con la precisione del plotter meccanico e variegata secondo un sapiente utilizzo delle potenzialità cromatiche dei tessuti, che comprendono diverse tipologie, dalla stoffa elastica alla finta pelle, dal pizzo al lamé.